5 lavori che i robot non toglieranno mai agli umani

introduzione

I robot stanno davvero arrivando a prendere il nostro posto di lavoro? La linea è stata tracciata con gli ultimi programmi di intelligenza artificiale innovativi, come AlfaZero, che può batterlo a Chess, Go e Shogi, quindi le preoccupazioni umane non sono mai state così reali come lo sono oggi. Alcuni pensano ancora che abbiamo ancora molta strada da fare, riferendosi a nuove tecnologie, che vengono implementate solo nelle fasi iniziali, come robotica chirurgica ad esempio. Queste persone, però, dimenticano di utilizzare già gli sportelli bancomat e gli addetti ai biglietti del treno come comodità comune, dimenticando che fino a non molto tempo fa questi compiti venivano svolti da un altro essere umano ed erano considerati un lavoro retribuito a pieno titolo. È vero quindi che ogni compito svolto da un robot è migliore di quello che le capacità umane possono realizzare? Con questa domanda in mente, per tutti voi critici, credenti, scettici e sognatori, oggi parleremo di alcune abilità lavorative in cui gli umani possono ancora dare all’intelligenza artificiale una buona possibilità per i loro soldi.

creatività

Questo è un gioco da ragazzi: sì, le macchine possono riconoscere il tuo viso in una fotografia, ma possono davvero dipingerne uno? I programmi per computer sono molto efficaci nel calcolare una soluzione praticabile da una serie di opzioni, ma quando si tratta di creare la propria scelta creativa, falliscono miseramente. Creare qualcosa da zero è ancora qualcosa che i robot devono ancora replicare, poiché anche noi umani non capiamo appieno che cosa fa accendere una nuova idea al nostro cervello. Gli esperti stanno convincendo i robot a fare qualcosa opere d’arte, ricette e persino citazioni ispiratrici, ma i risultati finali sono, beh, contrastanti, per non dire altro. Tutto ciò significa che qualsiasi lavoro che si basa molto su un processo creativo, come musicisti, scrittori, imprenditori, ecc., può smettere di respirare affannosamente; possono tranquillamente scommettere sull’essere intatti per molto tempo.

Abilità fisiche

Penseresti che se i robot possono fatti un caffè al mattinosarebbero in grado di gestire altre routine banali? Pensa due volte! Noi, come esseri umani, consideriamo camminare e scegliere oggetti diversi come i compiti più semplici e basilari là fuori, ma per i robot, questo è in realtà uno Grande sfida. Se guardi una mano robotica attualmente in fase di sviluppo, noterai quanto siano lenti e scomodi i loro movimenti, per non parlare del fatto che le loro parti del corpo rispondono al tocco in modo efficiente, non sapendo se stanno tenendo l’oggetto o quanta pressione esercita dovrebbe. applicarlo. Qualcosa di simile si può dire delle capacità di deambulazione del robot, dove lotta seriamente per far fronte a terreni irregolari o un’improvvisa raffica di vento. Questo non menziona nemmeno la necessità di alimentazione a batteria. Pertanto, qualsiasi lavoro basato sulle capacità fisiche, dallo sport all’artigianato, non puoi più preoccuparti.

Empatia

Sebbene i robot possano già analizzare il tuo viso per vedere come ti senti, non possono leggere le tue emozioni in tempo reale; anche un leggero cambiamento di tono può confondere il programma. Esistono alcune applicazioni di intelligenza artificiale già implementate in campo medico, che possono rilevare le malattie in modo più accurato in una scansione e seguire le condizioni di salute personali. Tuttavia, non riesco a immaginare una macchina che avrebbe potuto dare cattive notizie, meglio degli umani. I robot sembrano molto fighi con la loro logica e i loro calcoli di ferro, non importa quanto possano sembrare amichevoli le loro voci automatiche preregistrate. Le macchine possono mai mostrare empatia? Rimane una delle domande più grandi nel campo dell’intelligenza artificiale, e per ora non c’è ancora nemmeno lontanamente vicino predizione. In questo modo, è improbabile che qualsiasi lavoro che richieda empatia, come terapisti, operatori sanitari e medici di base, venga affidato in outsourcing ai robot a breve termine.

Flessibilità

Nei classici film di fantascienza, quando un essere umano chiedeva a un computer di calcolare una probabilità di rischio, generalmente gli dava un risultato di fallimento del 99 percento. Tuttavia, quando l’eroe principale agisce comunque, avrà successo, non importa quanto siano brutte le probabilità. Naturalmente immaginario, ma per me è ancora un perfetto esempio della natura spontanea di una persona, del pensiero critico e della capacità di fornire un risultato positivo in una situazione di pressione. Tutti loro sono collegati con le idee di creatività ed empatia, di cui abbiamo già parlato in precedenza, qualcosa che i programmi per computer mancano drasticamente, poiché fanno solo ciò che gli è stato detto e solo con i materiali che gli vengono dati, e non possono adattarsi ai rapidi cambiamenti. eventi. I robot possono fornire dati solo dove noi, come esseri umani, possiamo farlo dal “nostro intestino”, qualcosa che certe situazioni richiedono seriamente. Questo mi porta al punto che ogni lavoro decisionale (come quello di una giuria, per esempio), deve essere lasciato nelle mani delle persone, poiché possiamo prendere in considerazione tutti gli aspetti che le macchine non potrebbero.

Manutenzione tecnica

Ultimo ma non meno importante, fino a quando i robot non creeranno un altro robot da installare e mantenere, gli esseri umani saranno sempre necessari. Sta a noi pianificare, progettare, implementare e gestire la robotica e i sistemi tecnologici di intelligenza artificiale. Secondo il società di sviluppo software Elinext, un robot in grado di muoversi o riconoscere semplici comandi richiederà almeno due mesi di lavoro umano dietro il suo codice. E con una domanda così crescente di nuovi robot, ci saranno dozzine di nuove posizioni per far funzionare queste macchine. Voglio dire, beh, se alla fine i robot prenderanno il sopravvento, avremo bisogno di più persone per aiutarli a sostenerli tutti. Pertanto, non credo che qualsiasi lavoro legato alla manutenzione tecnologica, come i costruttori o gli ingegneri, sia a rischio nel breve termine.

Pensieri finali

Le persone sono migliori delle macchine in molti modi diversi. Quindi la prossima volta che ti chiedi se un robot ti servirà al centro di disoccupazione, ricorda che abbiamo sempre trovato il modo di far funzionare le macchine per noi, piuttosto che contro di noi. Ma se sei ancora profondamente preoccupato per il futuro e consideri i robot una minaccia, piuttosto che un aiuto, inizia a lavorare sulle tue abilità sociali. Lavora sul tuo pensiero strategico, risoluzione dei problemi, empatia e creatività. In questo modo, anche se subentrano i robot, puoi trovare una delle poche impostazioni di qualità robot per un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *