Come hackerare facebook!!! ; Questo strumento di hacking di Facebook ha i suoi rischi

Non utilizzare questo strumento di hacking di Facebook o te ne pentirai

Riceviamo molte richieste su come hackerare una pagina Facebook o come hackerare l’account Facebook della mia ragazza. Un altro è che il mio ragazzo mi tradisce, come posso hackerare il suo account Facebook? Diciamo sempre a questi ragazzi che non ci permettiamo di hackerare il cappello nero. Tuttavia, un nuovo strumento disponibile online afferma di fare tutto questo con pochi tasti.

E gli utenti, come quelli sopra elencati, ne sono vittime. Se hai intenzione di utilizzare questo semplice strumento di hacking di Facebook, leggi questo articolo prima di usarlo.

Lo strumento Remtasu, che i suoi autori pubblicizzano come un’applicazione per hackerare gli account Facebook, contiene infatti Remtasu, un noto spyware che raccoglie le tue informazioni e le carica su un server remoto sotto il controllo dell’attaccante.

Lo strumento di hacking di Facebook che promette di aiutarti a hackerare gli account Facebook dei tuoi amici può infettare il tuo PC e caricare le tue informazioni personali, comprese le tue informazioni bancarie, sul server C&C.

Remtasu, è fondamentalmente un Trojan basato su Windows che è apparso per la prima volta in America Latina nel 2014. Tuttavia, ora si è espanso a livello globale nell’ultimo anno e ora ha la capacità di camuffarsi come un’applicazione per accedere alle credenziali degli account Facebook delle persone. In precedenza, si diffondeva tramite metodi di phishing, ma ora è spesso disponibile tramite download diretto su siti Web loschi che lo pubblicizzano come il miglior strumento di hacking di Facebook.

Lo strumento contiene un Registratore di chiavi che può catturare tutte le sequenze di tasti e memorizzarle in un file che viene successivamente inviato al server C&C configurato dai creatori di Remtasu. ESET osserva che Remtasu deve il suo recente successo al desiderio dell’utente di hackerare la pagina Facebook dei suoi amici / ex / rivali in affari. Lo strumento di hacking dannoso di Facebook sta sfruttando “il desiderio costante di molti utenti di prendere il controllo degli account di questo noto social network”, secondo un lunedì. post sul blog dalla società di sicurezza informatica ESET.

Sebbene si stia diffondendo rapidamente, Remtasu è ancora prevalente nei paesi dell’America Latina. Rapporti ESET che la maggior parte degli utenti infettati da questo strumento vive in Colombia (65%), seguita da Thailandia (6%), Messico (3%) e Perù (2%).

Una volta che un aspirante hacker di Facebook scarica e installa lo strumento, copia tutte le informazioni dagli appunti. Il suo keylogger cattura le sequenze di tasti degli hacker e invia tutti questi dati a un server di comando e controllo remoto configurato dagli autori di malware.

L’ultima versione del Trojan utilizza un classico trucco di persistenza dell’avvio, copiandosi nella cartella Windows System32 con un nome generico (InstallDir) e quindi creando una chiave di registro che avvia il processo Remtasu ogni volta che l’utente avvia il suo computer.

Quindi la prossima volta che hai voglia di hackerare la pagina Facebook di qualcuno con questo strumento, ricorda che questo strumento ti sta effettivamente hackerando e le perdite potrebbero essere immense.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *