FireFly di Max Polyakov: una prospettiva reale di spazio accessibile

La storia di FireFly

La FireFly inizia con l’ingegnere americano Tom Markusic, che lavora nell’industria spaziale da 20 anni. SpaceX di Elon Musk, Virgin Galactic di Richard Branson e Blue Origin di Jeffrey Preston Bezos sono i migliori progetti nel suo portfolio. Tutte le società sopra menzionate supportano l’idea di un “nuovo” spazio e si prefiggono l’obiettivo di rendere il volo spaziale più accessibile implementando innovazioni tecnologiche.

Nel 2014, Markusic ha preso la decisione di creare la propria azienda che avrebbe lavorato allo sviluppo di veicoli di lancio per i satelliti. Nasce così FireFly Space Systems e inizia un nuovo lavoro di creazione costruttiva in termini di strutture tecniche di lancio per i veicoli Alpha e Beta.

Tre anni dopo, la società era sull’orlo del fallimento a causa della perdita di un investitore chiave che non aveva adempiuto ai propri obblighi di investimento. uomo d’affari Max polyakov salvò l’azienda dalla crisi finanziaria e la chiamò FireFly Aerospace (FA).

2017-2018 – il volo è normale

Dopo che l’azienda ha ottenuto nuovi investimenti, è riuscita a ottenere risultati migliori rispetto ai 4 anni precedenti.

  1. Si è formato un nuovo personale e una parte di loro aveva lavorato per l’azienda prima del fallimento. Tom Markusic fa parte della squadra e ricopre il ruolo di direttore esecutivo di FA.

  2. Il motore Firefly Lightning è stato sviluppato e testato in Texas, dove si trovano la sede dell’azienda e la capacità produttiva. È stata rilasciata una nuova Guida per l’utente del payload.

  3. Nel giugno 2018 è stato firmato un contratto con un grande produttore britannico di piccoli satelliti, Surrey Satellite Technology Limited (SSTL). In base all’accordo, Firefly si impegna a rilasciare Alpha per SSTL 6 volte a partire dal 2020.

  4. Autorizzazione ricevuta dal governo degli Stati Uniti per l’utilizzo del cosmodromo di Vanderberg presso la base dell’aeronautica militare nello stato della California. Vale la pena ricordare qui che FireFly è diventata la seconda azienda privata nella storia di proprietà di un residente non statunitense a guadagnarsi questo onorevole diritto.

  5. Inaugurato il centro di ricerca e sviluppo a Dnipro (Ucraina).

  6. I test Alpha e Beta sono ora nella fase finale.

Il primo volo della Firefly Alph? È previsto per la seconda parte del 2019. Nei prossimi due anni sono previsti 2 lanci al mese. Alpha sarà in grado di trasportare fino a 1 tonnellata di carichi utili in orbita terrestre bassa (200 km) e fino a 600 kg in orbita sincrona con il sole (CCO – 500 km). Questa classe di peso accetta mini e microsatelliti (10–1000 kg) e nanosatelliti (CubeSat, 1–10 kg).

Firefly Beta: è un razzo più potente composto da tre moduli Alpha. È progettato per trasportare carichi utili fino a 4 tonnellate in orbita terrestre bassa e fino a 3 tonnellate in CCO. Il razzo può essere usato ripetutamente come il Falcon 9 di Elon Musk.

Secondo Max Polyakov, la messa in servizio di FireFly fornirà il prezzo più conveniente per il trasporto del carico utile spaziale che aumenterà il potenziale per i lanci commerciali.

Star Trek

Max Polyakov è entrato affari subito dopo il college nel 2000. Gli ci sono voluti solo 8 anni per fondare e promuovere diverse aziende. Maxymiser è uno di questi e ora sta lavorando alla personalizzazione e all’ottimizzazione dei contenuti web, nonché al test “cloud” del software aziendale. IBM, Epson, Lacoste e Lufthansa implementano le soluzioni Maxymiser. L’enorme società informatica americana Oracle si è classificata seconda dopo Microsoft nella produzione di software.

Nel 2012, Max Polyakov è diventato socio amministratore di un’azienda Fondo azionario Noosphere Ventures. Oggi il fondo investe nell’economia digitale (AdTech) e nel lancio di sistemi spaziali. Nel 2015, Noosphere Ventures ha implementato la propria startup EOS Data Analytics (Earth Observing System Data Analytics). L’azienda lavora per migliorare l’efficienza della raccolta e dell’analisi dei dati GIS, nonché per facilitare l’accesso a un’ampia gamma di utenti. Il team di EOS ha creato diversi servizi di successo che semplificano l’accesso alle immagini satellitari della superficie terrestre e consentono un’analisi dei dati di sondaggi a distanza semplice o sofisticata online.

Il software è utilizzato nei settori scientifico, agricolo, edile e forestale (Land Viewer, EOS Platform, EOS Crop Monitoring). EOS ha partecipato al progetto di Google per ridurre l’uso non sostenibile delle risorse idriche nello stato della California, noto per il suo clima arido. Le soluzioni innovative dell’azienda hanno aiutato a estrarre un algoritmo standard di calcolo dello spreco idrico individuale per ogni famiglia.

Nel 2017, EOS Data Analytics è entrata a far parte della Federazione Astronautica Internazionale che si occupa di questioni di esplorazione spaziale pacifica.

Oltre ai progetti imprenditoriali, Max Polyakov sostiene lo sviluppo dei giovani e aiuta i giovani talenti a raggiungere il loro potenziale nella scienza e nella ricerca, nell’ingegneria e nell’IT.

Nel 2014, con il supporto di questo filantropo, all’interno della Noosphere Association, è stata fondata la rete di strutture di ricerca della Noosphere Engineering School per collaborare con le università. L’applicazione mobile MyPol (My Police) è stata sviluppata sulla base di questa scuola. Il suo inizio ufficiale è stato annunciato ed è avvenuto nell’estate del 2018. L’applicazione è il canale di comunicazione ufficiale con le forze dell’ordine. Ora è possibile chiamare rapidamente la polizia tramite smartphone, attivarla per un aggiornamento sulla criminalità nella propria località e persino per valutare le prestazioni di un agente di polizia dal suo numero di tessera.

Negli ultimi anni, attraverso le iniziative di Max Polyakov, l’Associazione Noosfera ha organizzato e celebrato:

  • Evento tecnologico per famiglie BestRoboFest e competizione di droni CopterRace;

  • Il campionato di modellismo di razzi;

  • torneo di beach volley Beach It Cup;

  • Vernadsky Challenge Engineering Startup Contest (sponsorizzato da Noosphere Ventures);

  • Diversi convegni scientifici e di marketing.

  • Una fase regionale dell’hackathon spaziale sotto l’egida della NASA a Dnipro. Un numero record di partecipanti a questa sfida è stato registrato in tutto il mondo: 25.000 persone provenienti da 200 località.

Il team di Noosphere non ha intenzione di fermarsi e ha già un piano completo per i nuovi eventi in programma per il 2019.

Max Polyakov ritiene che la divulgazione della scienza e la cooperazione tra scienziati, esploratori e rappresentanti di aziende tecnologiche contribuiscano allo sviluppo e alla promozione di nuove tecnologie per un ambiente aziendale globale. Ciò significa che il futuro sarà innovativo e favorevole all’umanità.

FireFly nella migliore community

Negli ultimi anni, lo spazio è diventato una delle principali tendenze nel campo dell’innovazione tecnologica e della ricerca. SpaceX Blue Origin ha rivoluzionato l’industria spaziale ed è riuscita a diventare le prime aziende private a lanciare veicoli Falcon New Shepard riutilizzabili e riportarli indietro. Tuttavia, Blue Origin è progettato per il turismo spaziale e le sue prospettive non sono così vicine come previsto. Per quanto riguarda Falcon di Elon Musk, sta lavorando duramente per il bene dell’umanità. Ad oggi, ci sono stati lanci di satelliti di successo in orbita terrestre e sincronizzata con il sole, così come il lancio della navicella cargo Dragon nell’ambito della missione di manutenzione della ISS.

Il successo di SpaceX è numerico. La capitalizzazione di mercato della società è stata di $ 20 miliardi negli ultimi 4 anni e il suo interesse economico nel mercato aerospaziale globale è aumentato di un fattore 10 ed è ora la metà dei lanci totali.

A differenza del Falcon 9 con la sua capacità di carico utile di 22 tonnellate per entrare nell’orbita terrestre bassa, i lanciatori FireFly sono più compatti e promettono di essere significativamente più economici.

Va notato che RocketLab Company sta già lavorando con successo nella nicchia delle piccole missioni satellitari. Tuttavia, il suo Electron ha una capacità di carica quattro volte inferiore all’Alpha, il che rende il lanciatore FireFly più attraente.

Inoltre, l’azienda di Max Polyakov si sforza di ottimizzare i processi tecnologici. Il centro di ricerca e sviluppo di recente apertura a Dnipro sta sviluppando un motore elettroreattivo e un proprio satellite. La scorsa primavera, Petro Poroshenko ha visitato il Centro e ha discusso con Max Polyakov le prospettive per gli usi commerciali dello spazio in Ucraina.

La partecipazione di specialisti e capacità ucraine ai progetti FireFly AeroSpace non è occasionale. Il paese ha un enorme potenziale scientifico e una base tecnica nel campo dello sviluppo di missili. Considerando la promessa di un lancio spaziale commerciale, la partecipazione dell’Ucraina a questa catena tecnologica sembra molto promettente.

Voto di fiducia della NASA

Allo stesso tempo, Max Polyakov e il suo FireFly AeroSpace continuare a collaborare con gli Stati Uniti, leader in una serie di missioni orbitali per ora. Nel 2018, i razzi sono partiti 20 volte dagli spazioporti americani. Le società private le hanno lanciate quasi tutte. FireFly potrebbe essere tra questi molto presto. Oltre al permesso di utilizzare lo spazioporto dell’Air Force in California, l’azienda ha ottenuto un enorme voto di fiducia dalla NASA.

Ha incluso FA tra le prime nove società che possono partecipare al programma di esplorazione lunare di 10 anni. Lockheed Martin e altre 7 piccole aziende aerospaziali americane, ma in prospettiva hanno interessato anche un gruppo molto selezionato.

Il governo degli Stati Uniti prevede di stanziare 2,6 miliardi di dollari per il progetto Lunar. Le società appaltatrici devono consegnare il carico sulla superficie del satellite e FireFly ha una grande opportunità per dimostrare il suo valore.

Squadra Alfa

Dopo l’apertura del Centro di ricerca e sviluppo, FA ha chiesto l’istituzione dell’Advisory Board. Avrai un incarico di consulenza di esperti per i creatori e il management. Jeff Bingem, Robert M. Liefoot jr., George Nield e William Riddie sono diventati membri del consiglio.

Jeff Bingem ha prestato servizio nell’ufficio legislativo della NASA, è stato consulente senior per le questioni spaziali al Senato degli Stati Uniti ed è stato responsabile della politica di istituzione della stazione spaziale per il Comitato per la scienza e i trasporti.

Robert M. Liefoot jr. Ha costruito una carriera di successo alla NASA e l’ha conclusa come Chief Operating Officer e Head of Office part-time.

George Nield è un dottorato di ricerca. in Aeronautica e Astronautica, pilota collaudatore militare e capo del programma di volo Space Shuttle Integration. Ha lavorato come capo del dipartimento del traffico commerciale nell’amministrazione federale dell’aviazione degli Stati Uniti ed è stato determinante nell’accessibilità dello spazio per le aziende private.

William Riddie è un astronauta veterano, partecipante al programma Space Shuttle e presidente emerito di uno degli spazioporti americani. Ha lavorato come vicedirettore del volo spaziale alla NASA.

Questi consulenti esperti dovrebbero rafforzare la posizione di FireFly Aerospace come uno dei principali attori nel mercato aerospaziale.

Ricordiamo che il lancio dell’Alpha dovrebbe avvenire nella seconda metà dell’anno in corso. Sarà il primo passo di FireFly in un nuovo spazio in compagnia di “assi” come SpaceX, Orbital, RocketLab e altri.

leggere  Facebook acquisisce la piattaforma GIF Giphy per $ 400 milioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *