Gli attacchi di malware dei minatori di criptovaluta sono aumentati dell’8,500%, afferma Symantec

Gli attacchi di criptojacking sono aumentati di 85 volte nel quarto trimestre del 2017, afferma Symantec

Symantec, una società di sicurezza informatica, ha scoperto che i minatori di criptovaluta sono cresciuti di un enorme 8.500 percento nel quarto trimestre del 2017 nei cosiddetti attacchi informatici di “criptojacking”.

Per chi non ha familiarità, il crypto-jacking, noto anche come drive-by mining, è il processo mediante il quale hacker e siti Web ospitano sezioni di codice che hanno il acapacità di deviare segretamente la potenza di elaborazione del tuo computer nell’estrazione di criptovaluta per consentire ai criminali di fare soldi. Attualmente, il dirottamento delle criptovalute è in aumento, così come i prezzi delle criptovalute.

“Il criptojacking è venuto fuori dal nulla” detto Kevin Haley, direttore della risposta alla sicurezza di Symantec, ha aggiunto che non si aspetta che la sua popolarità diminuirà nel 2018. “Penso che cosa impareremo nel prossimo anno [is] Quando le persone vedono un’opportunità per prendere soldi, troveranno modi davvero folli per farlo “.

Secondo Symantec Rapporto 2018 sulle minacce alla sicurezza in Internet (ISTR), i criminali informatici si stanno rapidamente rivolgendo al cryptojacking poiché fornisce loro entrate illecite altamente redditizie. L’attività di coin mining è fortemente legata al valore crescente di molte criptovalute.

“Il cryptojacking è una minaccia crescente per la sicurezza informatica e personale”, ha affermato Mike Fey, presidente e chief operating officer di Symantec. “L’enorme incentivo al profitto mette le persone, i dispositivi e le organizzazioni a rischio che minatori di monete non autorizzati deviino risorse dai loro sistemi, motivando ulteriormente i criminali a infiltrarsi in tutto, dai PC di casa agli hub. di dati giganti”.

Di tutti gli attacchi di hacking online bloccati a dicembre, quasi un quarto, o il 24%, sono stati considerati casi di cryptojacking per estrarre valute digitali come Bitcoin e Monero. Symantec ha anche riferito che c’è stato un aumento del 46% delle varianti di ransomware, con la Cina che è diventata il paese di origine per il 21% degli attacchi che utilizzano dispositivi Internet of Things (IoT).

I profitti di criptovalute come thereum, ripple e bitcoin hanno incoraggiato i criminali informatici a trovare fonti di reddito alternative. Di conseguenza, la sua acquisizione ha portato alla rapida ascesa del cryptojacking, che colpisce sia i sistemi mobili che quelli desktop. Inoltre, la maggiore disponibilità di strumenti di mining crittografico di facile utilizzo che possono essere incorporati nel malware ha in parte contribuito all’aumento.

“Con una bassa barriera all’ingresso, che richiede solo un paio di righe di codice per funzionare, i criminali informatici utilizzano i minatori di monete per rubare la potenza di elaborazione del computer e l’utilizzo della CPU del cloud da consumatori e aziende per estrarre criptovalute. Sebbene l’impatto immediato del coin mining sia in genere correlato alle prestazioni (rallentamento dei dispositivi, surriscaldamento delle batterie e in alcuni casi rendendo inutilizzabili i dispositivi), ci sono implicazioni più ampie, soprattutto per le organizzazioni “, si legge ISTR 2018 di Symantec. Anche i bassi tassi di segnalazione per questi tipi di crimini sono allettanti per i criminali informatici.

Le reti aziendali sono a rischio di chiusura poiché i minatori di monete possono diffondersi nel tuo ambiente e aumentare l’utilizzo della CPU nel cloud, aumentando i costi finanziari.

“Ora potresti lottare per le risorse sul tuo telefono, computer o dispositivo IoT mentre gli aggressori le usano a scopo di lucro”, ha detto Haley. “Le persone hanno bisogno di espandere le proprie difese o pagheranno il prezzo per l’utilizzo del dispositivo da parte di qualcun altro.

Considerando l’aumento astronomico dei valori di criptovaluta e la bassa notifica di casi di cryptojacking, non sembra che il cryptojacking diminuirà così presto.

Fonte: itpro, sicurezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *