Gli scienziati creano una “macchina del tempo” che inverte il flusso del tempo

Gli scienziati tornano indietro nel tempo usando un computer quantistico

Un team di scienziati dell’Istituto di fisica e tecnologia di Mosca (MIPT), Eidgenossische Technische Hochschule Zurich (ETH Zurigo) e Argonne National Laboratory, USA (ANL) ha condotto uno studio rivoluzionario che inverte la direzione del tempo utilizzando un computer. dall’IBM. e mostrò che la seconda legge della termodinamica può essere violata.

I ricercatori che hanno pubblicato il loro studio nella rivista “Scientific Reports” hanno affermato di essere in grado di invertire il tempo in una frazione di secondo.

“Questo è uno di una serie di articoli sulla possibilità di violare il Secondo principio della termodinamica. Quella legge è strettamente correlata alla nozione di freccia del tempo che pone la direzione unidirezionale del tempo dal passato al futuro “, ha affermato l’autore principale dello studio Gordey Lesovik, che dirige il Laboratorio di fisica della tecnologia dell’informazione quantistica al MIPT.

“Abbiamo iniziato con descrivendo una cosiddetta macchina del moto perpetuo locale del secondo tipo. Poi, a dicembre, abbiamo pubblicato un articolo che esaminava la violazione della seconda legge attraverso un dispositivo chiamato demone di Maxwell “, ha detto Lesovik. “L’articolo più recente affronta lo stesso problema da un terzo punto di vista: abbiamo creato artificialmente uno stato che evolve in una direzione opposta a quella della freccia del tempo termodinamica”.

Costruita da un computer quantistico di base, la “macchina del tempo” utilizza unità elettroniche di informazione chiamate “qubit” che possono essere modificate.

Per chi non lo sapesse, un qubit è una forma abbreviata di un bit quantistico, che è l’unità fondamentale dell’informazione quantistica. Mentre i computer tradizionali usano “bit” per rappresentare le informazioni come 0 o 1, i computer quantistici usano bit quantistici o “qubit” per rappresentare le informazioni come 0, 1 o entrambi contemporaneamente, che possono essere memorizzati in un elettrone. .

La maggior parte delle leggi della fisica non fa differenza tra il futuro e il passato. Ad esempio, una collisione tra due palle da biliardo identiche in una partita di biliardo registrata sulla telecamera non sembrerebbe strana se vista capovolta, poiché l’evento sarà comunque rappresentato dalla stessa equazione.

L’esperimento di inversione temporale includeva l’adattamento di ogni qubit a uno stato fondamentale (che si ritiene essere zero). Da quel momento in poi, i qubit hanno assunto una forma sempre più complessa modificando lo schema di zeri e uno, provocando il caos. Quindi un programma avanzato ha modificato lo stato del computer andando a ritroso da uno stato marginale all’ordine.

I ricercatori sperano che il metodo sarà più efficiente. “Le nostre scoperte aprono la strada a indagini sull’inversione del tempo e sul flusso all’indietro del tempo nei sistemi quantistici reali”, hanno scritto gli scienziati nella conclusione di “Time Arrow and Your Investment in IBM Quantum Computer”.

“Un’altra domanda fondamentale è se sia possibile progettare un algoritmo quantistico che esegua l’inversione nel tempo in modo più efficiente”.

Gli scienziati sono stati in grado di ripristinare il computer quantistico allo stato precedente circa l’85% delle volte in un sistema a due qubit. D’altra parte, quando era coinvolto un sistema a tre qubit, si verificavano più errori e l’esperimento di inversione del tempo funzionava solo il 50% delle volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *