I dipendenti collegano la centrale nucleare a Internet per estrarre le criptovalute

I miner di criptovalute ucraine usano una centrale nucleare per estrarre criptovalute

Il servizio di sicurezza dell’Ucraina (SBU) ha avviato un’indagine dopo che diversi dipendenti di una centrale nucleare locale hanno collegato alcune parti della sua rete interna a Internet per estrarre criptovalute.

L’incidente è stato il primo segnalato dal sito di notizie ucraine in inglese UNIAN.

L’episodio è avvenuto a luglio presso la centrale nucleare dell’Ucraina meridionale a Yuzhnoukrainsk, nell’Ucraina meridionale.

I dipendenti hanno installato varie apparecchiature per l’estrazione di bitcoin in uno degli edifici amministrativi dello stabilimento per sfruttare l’elettricità ininterrotta dalla rete locale, nonché la connettività Internet dell’impianto. In tal modo, hanno inavvertitamente rivelato informazioni sulle disposizioni di sicurezza del sito presso l’impianto nucleare.

L’indagine condotta dalla SBU considera l’incidente una possibile violazione dei segreti di stato, poiché la centrale nucleare è un’infrastruttura critica e le apparecchiature informatiche esterne non sono autorizzate a entrare nella proprietà. Stanno anche provando
per scoprire se gli aggressori hanno utilizzato l’impianto di perforazione mineraria come punto di ingresso per raccogliere segreti come le difese fisiche e le protezioni dell’impianto.

Il 10 luglio 2019, gli agenti della SBU hanno fatto irruzione nelle strutture della Guardia Nazionale, che è l’unità di sicurezza della centrale nucleare. Ha trovato e sequestrato 6 schede grafiche AMD Radeon RX470, riser PCI, alimentatori, dispositivi di raffreddamento, una scheda madre, un’unità flash USB e un disco rigido che sono stati utilizzati per estrarre illegalmente criptovalute. Inoltre, è stato rimosso anche il telaio in cui era fissato tutto l’hardware di mining.

Inoltre, lo stesso giorno la SBU ha anche fatto irruzione nelle strutture dell’unità militare della Guardia Nazionale dell’Ucraina dove hanno trovato apparecchiature aggiuntive come 16 schede video GPU, un blocco con il numero di identificazione dell’unità militare, 7 dischi rigidi. , 2 serbatoi di memoria, una chiavetta USB e un router.

Le autorità stanno conducendo procedimenti penali contro i funzionari della centrale nucleare dell’Ucraina meridionale che si ritiene siano stati coinvolti nell’estrazione di criptovalute.

Se condannato, può ricevere da 2 a 5 anni di carcere per la divulgazione illegale di segreti di stato ai sensi dell’articolo 238 del codice penale dell’Ucraina. Tuttavia, il termine potrebbe cambiare fino a 8 anni se la divulgazione ha causato gravi conseguenze.

https://www.techworm.net Un individuo, ottimista, casalingo, appassionato di cibo, fanatico del cricket e, soprattutto, uno che crede nell’essere umano!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *