Il clone di Facebook StarCon della Corea del Nord è stato hackerato ore dopo il lancio

La password predefinita ha aiutato i teenager britannici a hackerare il clone di StarCon di Facebook della Corea del Nord

È stato recentemente rivelato che la Corea del Nord ha una propria versione del sito web dei social media di Facebook, apparentemente installato dal provider di servizi Internet statale. Tuttavia, questo clone creato in Corea del Nord è già stato violato.

Mentre la Corea del Nord è nota per la sua rigida censura su Internet e la maggior parte dei cittadini non può accedere al Web, il sito Web sembra essere ospitato dalla Corea del Nord, secondo una società di analisi di Internet che ha tracciato il DNS del sito, anche nel paese notoriamente isolato, riferisce. Scheda madre. Star è il nome del provider di servizi Internet in Corea del Nord.

Il sito web, StarCon, sembra prendere il nome dal provider di servizi Internet del paese ed è ispirato al famoso social network. Ma nel suo avatar nordcoreano, è conosciuta come “Il miglior social network della Corea”. Come Facebook, questo sito Web consente alle persone di qualsiasi parte del mondo di registrarsi dopo aver caricato la propria immagine del profilo. Consente inoltre agli utenti di pubblicare messaggi e caricare video e condividerli con i propri amici.

Il sito, scoperto per la prima volta da Doug Madory della Dyn Research, un’azienda che monitora l’accesso e l’utilizzo di Internet in tutto il mondo, è disponibile all’indirizzo www.starcon.net.kp. Madory afferma che il DNS del sito si risolve nel Domain Name System della Corea del Nord, i server che convertono i nomi di dominio in indirizzi IP. Il DNS viene spesso definito “Rubrica di indirizzi Internet”.

leggere  Paura che il tuo computer venga hackerato; Prova questi 10 semplici passaggi per proteggere il tuo desktop e online...

Anche se non è noto chi abbia creato il sito, è in esecuzione PHP Dolphin, un’app di social networking fai-da-te che si pubblicizza per consentire a chiunque di creare il proprio social network.

“Sembra che sia nuovo,” ha detto Madory a Motherboard. “Pochissimi siti web risolvono nello spazio degli indirizzi della Corea del Nord, e questo lo fa.”

Secondo un rapporto pubblicato da Motherboard, il clone di Facebook non si discostava molto dal suo originale, o dai temi cromatici e dall’atmosfera della navigazione e dell’esperienza dell’utente.

“Madory dice che non sa chi ha creato il sito, ma se ci clicchi un po’ vedrai che è un clone abbastanza fedele di Facebook, con newsfeed, like e servizio di messaggistica. Il sito è funzionale: ho fatto amicizia con Madory e ho inviato diversi messaggi avanti e indietro, li ho pubblicati sulla sua bacheca e ho caricato una foto del profilo. Al momento, ci sono solo una manciata di account di prova sul sito”.

Motherboard dice che il sito potrebbe essere solo un sito di test.

Per speculare un po’, la Corea del Nord potrebbe testare un social network che alla fine renderà disponibile solo all’interno dell’intranet strettamente monitorata del paese, che consente l’accesso a vari siti Web del governo. Una mossa del genere sarebbe senza precedenti per un governo comunista: Cuba ha il suo clone di Facebook che funziona solo all’interno del Paese”.

Tuttavia, non passò molto tempo prima che sul sito apparisse una versione di imitazione di Kim Jung-un. Non molto tempo dopo l’uscita di venerdì, il sito esisteva ed è stato rapidamente violato.

leggere  Un'intervista con DomainerAnon, hacker dietro l'hacking del sito web di Saps. Dal mondo di Anonymous...

La cosa interessante è che ogni post e messaggio appare immediatamente vecchio di 30 minuti, presumibilmente perché il software Dolphin non riconosce il fuso orario appena creato della Corea del Nord, che dista 30 minuti dalla maggior parte del resto del mondo.

L’adolescente scozzese Andrew McKean ha detto a Motherboard di essere riuscito ad accedere con successo al backend del sito web semplicemente usando “admin” e “password” come dettagli di accesso. Ciò ha dato al diciottenne il controllo completo su questo sito Web insieme al potere di rimuovere e sospendere gli utenti, modificare il nome del sito Web, censurare determinate parole e anche controllare gli annunci imminenti. Non solo questo, gli ha anche dato l’autorità di “vedere le e-mail di tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *