Il co-fondatore di Wikipedia lancia il sito di social media per rivaleggiare con Facebook e Twitter

Jimmy Wales, co-fondatore dell’enciclopedia online senza scopo di lucro Wikipedia, ha lanciato il suo sito di social networking per competere con Facebook e il sito di microblogging Twitter.

Il nuovo sito web di social media chiamato WT: sociale o WikiTribune, lanciato il 6 novembre, ha superato più di 200.000 membri entro pochi giorni dal suo lancio, ha detto Wales.

A differenza dei suoi rivali Facebook e Twitter, che si basano su modelli basati su annunci, il nuovo sito genera entrate facendo affidamento sulla “generosità dei singoli donatori” piuttosto che sulla pubblicità.

Il Galles intende utilizzare il social network “incentrato sulle notizie” per vendicarsi delle “notizie false e contenuti di bassa qualità” che proliferano su altre piattaforme di social media.

https://t.co/Uk7PUE8GV2 Ho appena superato 200.000 membri mentre stavo cenando con @carolecadwalla, @iRowan , @chrisinsilico , @RanaForoohar , @jamiesusskind e altri sull’argomento generale di cosa è andato storto sui social media e nel mondo in generale.

– Jimmy Wales (@jimmy_wales) 18 novembre 2019

“Man mano che i social media sono cresciuti, hanno anche amplificato le voci dei cattivi attori in tutto il mondo. Le fake news hanno influenzato eventi globali e gli algoritmi si preoccupano solo del “coinvolgimento” e mantengono le persone dipendenti da piattaforme prive di sostanza.

“WikiTribune vuole essere diverso.

“Non venderemo mai i tuoi dati. La nostra piattaforma sopravvive grazie alla generosità dei singoli donatori per garantire che la privacy sia protetta e che il tuo spazio sociale sia privo di pubblicità “, afferma il pagina di introduzione a WT: Social.

“Ti daremo la possibilità di prendere le tue decisioni su quali contenuti offrirti e di modificare direttamente titoli fuorvianti o segnalare post problematici.

“Promuoveremo un ambiente in cui i cattivi attori vengono eliminati perché è giusto, non perché improvvisamente influisce sui nostri profitti.

“Ma questo funzionerà solo con il tuo aiuto. Quindi unisciti oggi e aiuta a cambiare il panorama dei social media “, aggiunge la pagina.

Sebbene il Galles non si aspetti che il social network sia redditizio, ha detto che sarà in grado di sostenersi. Ha aggiunto che il sito sarà anche completamente privo di click-bait.

Per coloro che non lo sanno, WT: Social è in realtà un sottoprodotto di “WikiTribune”. WikiTribune è stato lanciato il 25 aprile 2017 come servizio di condivisione di notizie in cui i volontari possono scrivere e curare articoli su notizie ampiamente pubblicizzate rivedendo, verificando i fatti, suggerendo possibili modifiche e aggiungendo fonti da altri media affermati. Tuttavia, la società non ha funzionato come previsto, spingendo il Galles ad aprire una nuova piattaforma con una maggiore attenzione ai social media.

WT: Social consentirà agli utenti di condividere articoli e promuovere un approccio collaborativo alla generazione di giornalismo di alta qualità. Il sito mostrerà prima i nuovi contenuti, a differenza di Facebook, che dà la priorità ai contenuti sponsorizzati o altamente coinvolti.

Sebbene l’iscrizione a WT: Social sia gratuita, attualmente esiste una lista di attesa per i nuovi utenti. Tuttavia, c’è la possibilità di saltare la lista d’attesa iscrivendosi al servizio o invitando gli amici a creare un account.

L’abbonamento costa $ 12,99 al mese o $ 100 all’anno negli Stati Uniti, € 12 al mese o € 90 all’anno in Europa, e £ 10 al mese e £ 80 all’anno nel Regno Unito.

https://www.techworm.net Un individuo, ottimista, casalingo, appassionato di cibo, fanatico del cricket e, soprattutto, uno che crede nell’essere umano.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *