In che modo il DRM può rafforzare la sicurezza dei contenuti

In che modo le aziende possono utilizzare lo strumento di gestione dei diritti digitali (DRM) per rafforzare la sicurezza dei propri contenuti

Quando la tua organizzazione inizia a generare dati, sei responsabile del mantenimento della riservatezza di tali informazioni. È qui che la protezione e la sicurezza dei contenuti giocano un ruolo fondamentale. Puoi proteggere i tuoi contenuti da accessi o utilizzi non autorizzati tramite crittografia e condividere le chiavi di decrittografia solo con utenti autorizzati.

Ma cosa faresti se un utente autorizzato condividesse le proprie credenziali segrete con qualcun altro? Cosa succede se la persona autorizzata ha modificato il contenuto in un modo che non accetti?

Gli utenti possono farlo anche se hai abilitato la protezione dei contenuti tramite la crittografia. Questo perché non hai alcuna protezione dei contenuti, una volta che è nelle mani di un utente autorizzato quando utilizzi solo la tecnologia di crittografia per proteggere i tuoi contenuti.

Ecco perché è importante migliorare ulteriormente la sicurezza dei tuoi contenuti utilizzando un software completo per la sicurezza dei contenuti DRM (Digital Rights Management). Uno strumento che ti offre controlli DRM garantisce la sicurezza dei tuoi contenuti e può servire a prevenire l’uso improprio dei tuoi contenuti controllando chi può vedere i tuoi contenuti e fino a quando (data di scadenza), cosa puoi fare con i file (stampa, copia, ecc. .) e altro ancora. Quindi, con DRM, puoi colmare le lacune di sicurezza utilizzando diversi metodi di sicurezza dei contenuti.

Ad esempio, DRM gestisce autonomamente la creazione, la gestione e la distribuzione delle chiavi, senza fare affidamento su terze parti. La soluzione DRM utilizza anche la crittografia che prevede un qualche tipo di firma digitale.

Un’attività chiave per una soluzione di sicurezza del contenuto abilitata per DRM è identificare se il contenuto (dati) è stato modificato. Puoi farlo eseguendo un algoritmo matematico (digestione unidirezionale) per il contenuto che è stato selezionato per la protezione. Ciò porta alla creazione di un valore numerico univoco per quel contenuto.

Puoi scegliere di eseguire questo algoritmo a intervalli di tempo frequenti e confrontare l’ultimo risultato (valore numerico) con quello precedente. Finché i risultati corrispondono, puoi essere certo che il documento non è stato modificato e proviene dalla fonte autorevole. Questo meccanismo aiuta a risolvere il problema degli hacker che potrebbero tentare di utilizzare false identità per modificare i contenuti.

Pertanto, uno strumento di sicurezza e protezione dei contenuti dotato di meccanismi DRM consente di impedire accessi o utilizzi non autorizzati e di mantenere al sicuro i contenuti, anche dopo che sono stati utilizzati dall’utente autorizzato. È inoltre possibile controllare se si desidera consentire o impedire a qualsiasi utente autorizzato di copiare o stampare documenti altamente riservati. E anche se consenti agli utenti autorizzati di visualizzare i tuoi contenuti, puoi impostare una data di scadenza oltre la quale tali utenti non potranno più visualizzare il documento.

Probabilmente, mentre la protezione dei contenuti era già possibile senza DRM, la sua presenza ti aiuterà a estendere la sicurezza degli utenti autorizzati e a rafforzare la sicurezza generale dei tuoi contenuti.

Hai esperienza precedente nell’utilizzo di uno strumento di protezione dei contenuti o di uno strumento di sicurezza dei contenuti DRM? Sentiti libero di condividere i tuoi commenti, input o richieste nella sezione commenti qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *