La società israeliana MedTech vuole impedire agli ospedali di farti ammalare

La società israeliana MedTech vuole impedire agli ospedali di farti ammalare

Esplorare nuovi modi in cui la tecnologia può cambiare in modo significativo le procedure ospedaliere e la cura del paziente

Mia madre mi ha sempre detto che avrei dovuto pensarci due volte prima di andare in ospedale, perché c’è una buona probabilità che io sia più malato di quando sono arrivato. Si scopre che non è solo una favola da vecchie mogli e ci sono rischi reali associati alle visite ospedaliere e alle procedure di routine. Ecco una società MedTech israeliana, ART MEDICAL, che sta facendo qualcosa al riguardo.

Vulnerabilità dei pazienti negli ospedali di oggi

Secondo ART MEDICAL, un tipo molto comune di malattia acquisita in ospedale è la polmonite. I pazienti intubati a volte hanno un eccesso di saliva e reflusso acido che causano specifici tipi di infezioni e malattie respiratorie. Attualmente, l’unico modo per evitare questo tipo di condizioni è che il personale delle unità di terapia intensiva controlli costantemente fisicamente le condizioni del paziente, poiché la maggior parte di queste infezioni si verifica in terapia intensiva. Questo complicato processo si traduce in un alto tasso di errore, a causa della natura frenetica della terapia intensiva e dell’incapacità di rilevare reazioni anomale quando iniziano a svilupparsi. Non si tratta solo di disagi, ma di situazioni che in realtà causano decessi in terapia intensiva.

Tecnologia avanzata che sta trasformando l’industria medica

Conosci ART MEDICAL e il suo sistema di alimentazione enterale intelligente. L’ampia gamma di sensori e dispositivi intelligenti di questa azienda può dare un avvertimento su cosa fare per evitare situazioni fatali e talvolta automatizzarle completamente. ART MEDICAL afferma che questa piattaforma salverà vite umane, poiché meno persone saranno colpite dalla polmonite acquisita in ospedale.

leggere  Annunciato l'abbonamento ad Apple One con Apple Music, Apple TV+, Apple Arcade e iCloud

I dispositivi intelligenti non sono una nuova funzionalità in medicina, con tutto, dai tracker dell’attività fisica ai robot chirurgici intelligenti in uso oggi. Tuttavia, ART MEDICAL afferma di essere la prima ad integrare questo tipo di tecnologia unica nel settore dell’alimentazione enterale. Un’altra caratteristica interessante del prodotto è il registro degli eventi, che funge da grafico interattivo in tempo reale che documenta tutti gli eventi di alimentazione che un paziente ha avuto e per quanto tempo si è nutrito, che potrebbe essere un metodo utile per ridurre la burocrazia ed eseguire un monitoraggio sistematico del trattamento. Il sistema mostra una rappresentazione grafica interattiva della dieta stessa, assicurandosi di fornire ai professionisti del settore medico quante più informazioni possibili in tempo reale.

ART MEDICAL ha ottenuto $ 20 milioni di finanziamenti per sviluppare ulteriormente la sua tecnologia presumibilmente salvavita, il round di finanziamento è stato guidato da Advanced Medical Technologies LLC ed è il secondo round ricevuto dalla società, con il round precedente di un investimento di $ 7. milioni .

“Una delle sfide per il personale della terapia intensiva è la permanenza prolungata dei pazienti e la mortalità per complicanze non correlate al motivo originale del ricovero”, afferma il fondatore e CEO Liron Elia. “L’aspirazione di materiali estranei è un rischio significativo per i pazienti intubati e la tecnologia è ciò che è necessario per risolvere questo problema. Siamo sicuri che ART MEDICAL ha la soluzione”.

La giuria non ha ancora deciso se la tecnologia intelligente e i servizi automatizzati possano davvero sostituire medici e infermieri reali a qualsiasi titolo. Non dimentichiamo che se qualcosa va storto, affidarsi esclusivamente a una soluzione come questa può mettere in pericolo più vite di quante ne salvi. Tuttavia, la tecnologia ART MEDICAL è uno strumento utile per integrare le attuali procedure manuali negli ospedali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *