La superficie della Luna espelle “acqua” durante gli impatti di meteoriti

NASA: impatto di un meteorite con spruzzi d’acqua sulla superficie lunare

I ricercatori della NASA e del Laboratorio di fisica applicata della Johns Hopkins University di Laurel, nel Maryland, hanno confermato che gli impatti dei meteoroidi hanno rilasciato acqua dalla Luna, secondo i dati raccolti dal Moon Dust and Atmosphere Explorer (LADEE) della NASA.

“Piove… sulla luna?! Gli scienziati hanno scoperto che l’acqua viene rilasciata sulla superficie lunare durante le piogge di meteoriti “, ha twittato la NASA insieme a un video.

Piove… sulla luna?! ?

Gli scienziati hanno scoperto che l’acqua viene rilasciata sulla superficie lunare durante gli sciami meteorici. Ottieni maggiori dettagli: https://t.co/wgtXyXnjMA pic.twitter.com/iK28nAlGiR

– NASA (@NASA) 7 giugno 2019

Per chi non lo sapesse, LADEE (Lunar Dust and Atmosphere Environment Explorer) era una missione di esplorazione lunare e dimostrazione tecnologica della NASA che ha orbitato intorno alla Luna da ottobre 2013 ad aprile 2014 per raccogliere informazioni complete sulla struttura e sulla composizione del sottile lunare atmosfera.

Per confermare i risultati, la NASA Goddard, un istituto spaziale gestito dall’organizzazione, ha anche pubblicato un video di quattro minuti “Water Released from Moon”.

In passato, i modelli presumevano che gli impatti di meteoroidi potessero espellere l’acqua dalla Luna sotto forma di vapore; tuttavia, gli scienziati non lo avevano osservato fino alla missione LADEE.

“Abbiamo monitorato la maggior parte di questi eventi in flussi di meteoroidi noti, ma la parte davvero sorprendente è che abbiamo anche trovato prove di quattro flussi di meteoroidi che non erano stati scoperti in precedenza”, ha detto Mehdi Benna del Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland, e l’Università. del Maryland Baltimora County in comunicato stampa.

I flussi di meteoroidi appena identificati, rilevati da LADEE, si sono verificati il ​​9 gennaio, il 2 aprile, il 5 aprile e il 9 aprile 2014.

leggere  Scarica l'APK Fortnite per Android | Come eseguirlo

“La Luna non ha quantità significative di H2O o OH nella sua atmosfera per la maggior parte del tempo”, ha detto Richard Elphic, uno scienziato del progetto LADEE presso l’Ames Research Center della NASA nella Silicon Valley in California. “Ma quando la Luna è passata attraverso uno di questi flussi di meteoroidi, è stato espulso abbastanza vapore da poterlo rilevare. E poi, quando l’evento è terminato, l’H2O o l’OH sono scomparsi”.

LADEE, che è stato costruito e gestito dall’Ames Research Center della NASA nella Silicon Valley in California, ha rilevato il vapore utilizzando il suo spettrometro di massa neutro, uno strumento costruito da Goddard. La missione ha raccolto informazioni dettagliate sulla “esosfera”, un debole involucro di gas intorno alla Luna.

La NASA ha spiegato come le piogge di meteoriti potrebbero rilasciare acqua sulla Luna. Per rilasciare l’acqua, i meteoroidi dovevano penetrare almeno 3 pollici (8 centimetri) sotto la superficie. Sotto questo strato superiore asciutto come l’osso c’è un sottile strato di transizione, quindi uno strato idratato, dove le molecole d’acqua probabilmente aderiscono a pezzi di terreno e roccia, chiamati regoliti, secondo lo studio.

“Dalle misurazioni dell’acqua nell’esosfera, i ricercatori hanno calcolato che lo strato idratato ha una concentrazione di acqua di circa 200-500 parti per milione o circa dallo 0,02 allo 0,05% in peso. Questa concentrazione è molto più secca del suolo terrestre più arido ed è coerente con studi precedenti. È così secco che sarebbe necessario elaborare più di una tonnellata di regolite per raccogliere 16 once di acqua “, hanno osservato i ricercatori.

“Poiché il materiale sulla superficie lunare è spugnoso, anche un meteoroide di una frazione di pollice (5 millimetri) di diametro può penetrare abbastanza lontano da rilasciare uno sbuffo di vapore. Ad ogni impatto, una piccola onda d’urto si espande, espellendo l’acqua dall’area circostante”.

leggere  Soluzioni più affilate portano le startup israeliane a ovest, reclamando la SEO e la magia del marketing

Quando un flusso di meteoroidi piove sulla superficie lunare, l’acqua rilasciata entrerà nell’esosfera e si diffonderà attraverso di essa. Secondo lo studio, circa due terzi del vapore fugge nello spazio, mentre un terzo torna sulla superficie lunare. Nel corso di un anno, i meteoriti hanno rilasciato circa 300 tonnellate di acqua dal suolo lunare.

Questi risultati potrebbero aiutare a spiegare i depositi di ghiaccio delle trappole fredde nelle zone oscure dei crateri vicino ai poli. Poiché la maggior parte dell’acqua conosciuta sulla Luna si trova in trappole fredde, il vapore acqueo vi rimarrà stabile per lungo tempo a causa delle basse temperature.

Gli impatti dei meteoriti possono trasportare acqua sia dentro che fuori dalle trappole fredde. Tuttavia, il team ha escluso la possibilità che tutta l’acqua scoperta provenga dai meteoriti stessi.

“Sappiamo che parte dell’acqua deve provenire dalla Luna perché la massa d’acqua che viene rilasciata è maggiore della massa d’acqua all’interno dei meteoroidi in entrata”, ha detto la seconda autrice Dana Hurley della Johns Hopkins Applied University. Laboratorio di Fisica.

L’analisi indica che gli impatti dei meteoroidi rilasciano acqua più velocemente di quanto possa essere prodotto dalle reazioni che si verificano quando il vento solare colpisce la superficie lunare.

“L’acqua che si perde è probabilmente antica, risale alla formazione della Luna o è stata depositata all’inizio della sua storia”, ha detto Benna.

I risultati dello studio sono stati pubblicati in Geoscienze della natura che gli scienziati sperano di utilizzare in futuro per esplorare la storia dell’acqua e le sue origini sulla luna.

Fonte: Comunicato stampa della NASA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *