Migliaia di video privati ​​ingranditi possono essere trovati online

Zoom, l’app per videoconferenze, ha visto un aumento di popolarità poiché le persone sono costrette a lavorare e studiare da casa a causa della pandemia di coronavirus (COVID-19).

Tuttavia, con l’aumento dell’utilizzo, l’app Zoom ha anche visto un aumento della sicurezza e dei compromessi sulla privacy.

In un altro colpo alla privacy, ci sono migliaia di videochiamate Zoom registrate che possono essere visualizzate pubblicamente sul web aperto, secondo un rapporto di il Washington Post.

Le videochiamate esposte su Internet includono lezioni di scuola elementare, sessioni di terapia, conversazioni casuali con amici, piccoli incontri di lavoro e registrazioni che coinvolgono nudità.

Sembra che diversi video siano stati registrati tramite il software Zoom e salvati in diverse applicazioni senza password. Il problema sta nel modo in cui Zoom denomina ogni file di registro in modo identico, una semplice ricerca online può rivelare un gran numero di video che consentono a chiunque di scaricare e guardare.

Sebbene Zoom non memorizzi il contenuto delle videochiamate per impostazione predefinita, un “ospite” di chiamate, che avvia la riunione, può scegliere di registrarle e salvarle sui propri computer o caricarle sui server di Zoom senza il consenso o la conoscenza dei partecipanti . . Tuttavia, i partecipanti a una chiamata ricevono una notifica quando un ospitante decide di avviare la registrazione.

Il Washington Post ha informato Zoom del problema prima di pubblicare l’articolo su il giornale. In una dichiarazione inviata tramite posta elettronica, un portavoce di Zoom ha chiarito che gli utenti dovrebbero esercitare “estrema cautela” durante il caricamento delle registrazioni su Internet.

“Zoom avvisa i partecipanti quando un ospitante sceglie di registrare una riunione e fornisce agli organizzatori un modo sicuro per archiviare le registrazioni. Le riunioni Zoom vengono registrate solo a scelta dell’organizzatore, localmente sulla macchina dell’ospite o nel cloud Zoom. Se in seguito gli ospitanti scelgono di caricare le registrazioni delle loro riunioni altrove, li esortiamo ad essere estremamente cauti e trasparenti con i partecipanti alla riunione, valutando attentamente se la riunione contiene informazioni sensibili e le ragionevoli aspettative dei partecipanti “.

Recentemente, Zoom annunciato che la società bloccherà gli aggiornamenti delle funzionalità per tre mesi per concentrarsi sulla risoluzione dei problemi di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *