Negato nuovo smartphone, adolescente dipendente dai videogiochi PUBG si suicida

L’adolescente di Mumbai finisce la sua vita dopo che la sua famiglia si rifiuta di acquistare un nuovo smartphone per giocare a PUBG

Mentre la dipendenza da smartphone è diventata un problema urgente in questi giorni, la dipendenza da videogiochi, d’altra parte, è stata identificata come un vero e proprio disturbo di salute mentale dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Sulla stessa falsariga, un adolescente di 18 anni dall’India che era dipendente dal popolare gioco multiplayer online battle royale, PlayerUnknown’s Battlegrounds (PUBG), si è suicidato dopo che i suoi genitori si sono rifiutati di comprargli un nuovo smartphone di fascia alta per lui. il gioco.

Secondo la polizia, l’adolescente che vive nella zona Nehru Nagar di Kurla a Mumbai, in India, ha chiesto ai suoi genitori di comprargli uno smartphone che costa Rs. 37.000 per giocare al gioco mobile PUBG. Tuttavia, i suoi genitori hanno sostenuto che le avrebbero comprato solo un telefono cellulare che costasse meno di Rs. 20.000.

L’accesa discussione con i suoi genitori ha sconvolto l’adolescente, dopo di che ha deciso di porre fine alla sua vita appendendosi al ventilatore a soffitto nella sua cucina.

Secondo il rapporto della polizia, un caso di morte accidentale è stato registrato ed è oggetto di indagine.

Per chi non lo sapesse, PUBG è basato sull’epico film Battle Royale del 2000. Inizia con 100 giocatori che si paracadutano da un aereo a una grande isola, dove cercano armi e si preparano per un brutale combattimento all’ultimo sangue mentre i giocatori sopravvissuti si avvicinano al centro dell’isola. I giocatori possono scegliere diversi Mod per combattere il nemico ed essere vittoriosi. Il gioco è molto difficile e il vincitore di PUBG è l’ultimo in piedi.

leggere  Il nuovo difetto mostra che le e-mail crittografate non sono affatto sicure

PUBG mobile ha guadagnato un’immensa popolarità tra i giocatori mobili, in particolare gli adolescenti, in un breve periodo di tempo. Tuttavia, questo gioco molto popolare è stato criticato da molti per i suoi effetti negativi sulle giovani menti che sono diventate dipendenti da questo gioco.

Recentemente, il Gujarat è diventato il primo stato indiano a vietare il gioco d’azzardo PUBG nelle scuole primarie, mentre un 11enne del Maharashtra, che ha intentato una causa per interesse pubblico tramite sua madre, ha scritto al governo per imporre il divieto di PUBG Mobile per aver promosso la violenza. , aggressione e cyberbullismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *