Nic.cd ha hackerato molti altri domini di primo livello della Repubblica Democratica del Congo hackerati e deturpati…

Hacker professionisti pakistani chiamati “Team Madleets” hanno violato i server NIC della “Repubblica Democratica del Congo”. Sono stati in grado di violare nic.cd e anche molti altri domini di primo livello sono stati interessati dalla violazione.

Domini di diversi importanti marchi internazionali sono stati violati e deturpati, inclusi marchi come Amazon, AVG, Audi, BBC, BMW, Canon, DHL, ebay, Fox, Fujitsu, Godaddy, Hitachi, Honda, IBM, Panasonic, Toshiba, Samsung, Mercedes , eccetera. Oltre ai siti web di questo marchio, sono stati deturpati anche altri domini di primo livello in Congo.

Il messaggio sui siti web deturpati recitava “La sicurezza è solo un’illusione :)”L’elenco completo dei siti Web interessati dalla violazione può essere visualizzato nella pasta seguente:

Mirror (versione deface memorizzata nella cache Web): https://zone-h.com/archive/published=0/notifier=1337
Guardando il modello di hacking, è chiaro che MaDleeT ha prima violato nic.cd e poi il DNS di tutti gli altri siti Web è stato aggiornato, facendo sì che i siti Web mostrassero la pagina di ritardo.

Il “NIC Congo” fornisce nomi di dominio come .com.cd, .net.cd, .org.cd e altri; fornisce anche nomi di dominio su CD musicali.

Al momento della stesura di questo articolo, i siti Web dell’articolo stavano ancora visualizzando la pagina di ritardo.

Aggiornare 11:37 AM (GMT): L’hacker di MaDLeeTs ha confermato a techworm di essere stato in grado di hackerare il server “Nic.cd” e quindi aggiornare il DNS di tutti gli altri siti Web interessati. “Il server era rootato e i siti sigillati insieme ad alcuni siti DNS sono cambiati”, ha detto l’hacker.

Lo screenshot fornito dall’hacker mostra che ha accesso al pannello di amministrazione del server.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *