Windows 10 sta ricevendo eSIM e modifiche alla gestione dell’alimentazione

Sembra che Microsoft stia lavorando per apportare miglioramenti alla connettività cellulare e alla gestione dell’alimentazione con Windows 10 versione 1803 (Redstone 4) prevista per la primavera del 2018.

Durante Workshop WinHEC autunno 2017, il gigante del software ha fatto una presentazione in cui i dispositivi basati su Intel e ARM possono includere la tecnologia eSIM per rimanere sempre connessi alle reti cellulari. Recentemente, abbiamo anche visto Microsoft e vari partner hardware mostrare alcuni di questi dispositivi sempre attivi con processori Qualcomm.

Oggi, vari dispositivi che eseguono Windows 10, come Surface Pro, possono connettersi alle reti LTE, ma utilizzando una scheda SIM configurata nel punto vendita.

Windows 10 ESIM

Tuttavia, come riportato da ZDNetSembra che l’aggiornamento di Redstone 4 introdurrà un modo più semplice per connettersi alle reti cellulari. Secondo la presentazione di WinHEC, gli utenti potranno registrare i propri PC nei piani dati scaricando un profilo eSIM dal proprio operatore di telefonia mobile. Eliminando la necessità di andare in un negozio per configurare il dispositivo.

eSIM in Windows 10
eSIM in Windows 10

Microsoft può anche iniziare a testare una funzionalità eSIM aziendale, in cui le aziende potranno acquistare abbonamenti a piani dati in blocco da operatori mobili e distribuirli utilizzando la gestione dei dispositivi mobili incorporata in Microsoft Intune.

Risparmio energetico di Windows 10

Oltre a rendere più semplice per utenti e aziende mantenere i propri dispositivi sempre connessi a Internet, Microsoft sta anche lavorando per migliorare la gestione dell’alimentazione su questi dispositivi, che è un’altra parte importante dei PC Always Connected.

Windows 10 offre già “Modern Standby”, che è un’evoluzione di Connected Standby, ed è responsabile della gestione di specifiche attività in background e scenari di attivazione che non sono più disponibili nelle modalità di alimentazione legacy.

Modern Standby può già essere trovato sui dispositivi mobili, ma Microsoft e Intel lavoreranno insieme per portare le stesse funzionalità sui computer desktop. Inoltre, potremmo anche vedere Wake-on Remote Desktop in arrivo su Windows 10 grazie a Modern Standby, che è un plug-in per Wake-on Voice e Wake-on Fingerprint Reader.

Microsoft deve ancora annunciare quando queste funzionalità saranno disponibili, ma dato che l’anno prossimo i PC sempre connessi in esecuzione su processori ARM, insieme a dispositivi basati su Intel sempre connessi, è probabile che questi PC siano i primi a incorporarli. le nuove funzioni. .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *